Il Martinismo

 

Home

Cosa č, cosa non č

L'Iniziazione

Struttura dell'Ordine

I nostri Maestri

Domande frequenti

Documenti

Filiazione

Iter Operativo

I nostri Links

Contatti




Cosa č

Il martinismo č, come recitano gli Statuti, una libera associazione di uomini e donne che perseguono il loro perfezionamento interiore attraverso lo studio, la ricerca e le pratiche delle scienze tradizionali, dell’esoterismo occidentale e della mistica cristiana-kabbalistica. Non viene posto alcun limite alla ricerca e ogni aderente si impegna ad usare esclusivamente a fin di bene le proprie scoperte e a condividerle con gli altri.

Fondato da Gerard Encausse (Papus) sulla base degli insegnamenti di Louis-Claude de Saint-Martin, di Martinez de Pasqually, di Jean-Baptiste Willermotz e di altri mistici cristiani č diffuso in tutto il mondo e ammette nelle sue fila sia uomini che donne. Non vi sono astruse condizioni per essere ammessi al suo interno, non essendo una societą segreta. Unica condizione: l’aver compiuto il 21° anno di etą unitamente ad un’irreprensibile condotta morale.  

L'Ordine č Operativo per mezzo dei differenti Rituali: Giornaliero, Lunare, Solare.

Cosa non č 

In primo luogo, bisogna dichiarare forte e chiaro che il martinismo non č una setta per la semplice ragione che non si chiede denaro agli aderenti, eccetto una partecipazione alle spese di funzionamento, fissata dal Gran Consiglio. Non impone una dottrina ed un pensiero unico, ma lascia liberi i membri di praticare il culto in cui credono o la corrente filosofica a loro pił congeniale. 

In secondo luogo, occorre chiarire una confusione frequente che vorrebbe assimilare il martinismo ad una forma di massoneria. Il Martinismo non č una forma di massoneria.

Il martinismo non č un'obbedienza massonica, č assolutamente indipendente da ogni organizzazione massonica, anche se a volte vi č una doppia appartenenza dei suoi aderenti.  

E va aggiunto, per rispondere a certe accuse che ancora vengono mosse qua e lą, che il martinismo non č in nessun caso una copia della massoneria, anche se nelle sue strutture e nel suo sistema gerarchico, sembra avvicinarvisi.  

In terzo luogo, il martinismo, se proclama il suo attaccamento al Cristo e la sua fedeltą al cristianesimo non confessionale, non saprebbe essere assimilato ad una Chiesa. Il Martinismo non č una chiesa.

Tutti i membri dell'ordine rimangono liberi di praticare la religione da loro scelta o di non praticarne nessuna.  

Il fatto che il martinismo abbia sempre intrattenuto delle strette relazioni con la chiesa Gnostica Universale, fondata dall'abate Julio ed in seno alla quale certi membri eminenti del martinismo esercitarono delle funzioni sacerdotali, non mette per niente in causa l'indipendenza reciproca di queste due organizzazioni.